La Legge 24 marzo 2015 n. 33 di conversione del Decreto Legge 3/2015 ("Investment Compact") ha introdotto un nuova tipologia di impresa, le cosiddette PMI Innovative, attribuendole larga parte delle agevolazioni già assegnate alle startup innovative dal Decreto Crescita 2.0 del 2012.
È predisposto un elenco delle PMI Innovative nella sezione dedicata del Registro delle Imprese.

Vediamo nello specifico quali sono i criteri per essere una PMI innovativa:

  • la società deve avere meno di 50 milioni di euro di fatturato all’anno (o un attivo dello stato patrimoniale sotto i 43 milioni); 
  • meno di 250 dipendenti 
  • possedere almeno due di questi tre requisiti: 1) il 3% dei costi totali deve essere attribuibile a attività di ricerca, sviluppo e innovazione; 2) un terzo del team deve essere composto da persone in possesso di una laurea magistrale o un quinto del team deve essere formato da dottorandi, dottori di ricerca o ricercatori; 3) deve essere proprietaria di una forma di protezione intellettuale o di protezione del software. (Se ha due di questi tre requisiti e un bilancio certificato può accreditarsi a una sezione speciale del Registro delle imprese e godere di gran parte delle agevolazioni previste a beneficio delle startup innovative).
Hai trovato la risposta?