Investire in aziende attraverso l’equity crowdfunding significa puntare su nuove imprese che si ritiene abbiano il potenziale per crescere e imporsi sui mercati. 

Si investono soldi in cambio di una parte delle quote del loro capitale, il che significa diventarne soci. 

Quindi se l'azienda in cui si è deciso di investire avrà successo, le azioni acquistate aumenteranno il loro valore da cui si potrà quindi ricavare un profitto vendendole o continuare a mantenerle e incassare i dividendi. D'altro canto, nel caso in cui la società di cui si sono acquistate non dovesse avere successo, si rischia di perdere le quote del capitali investito. 

Detto questo, e sempre con la consapevolezze che gli investimenti in aziende nate da poco se pur con altissimo potenziale di crescita, vanno comunque considerati come investimenti ad alto rischio.

L’Equity Crowdfunding però, offre molti benefici sia alle società che credono in questo strumento, che agli investitori; ne evidenziamo alcuni:

Per le società

  • Uno strumento digitale, semplice ed efficiente, per promuovere la propria iniziativa;
  • Permette di strutturare in modo organizzato, senza ritardi, un processo di raccolta di capitali;
  • La parte documentale – che per legge deve contenere le protezioni necessarie a tutela dei singoli investitori – non diventa un lungo processo negoziale che rischia di prolungare inutilmente la raccolta. Gli investitori si possono così concentrare sulla validità del Business Model e gli imprenditori sullo sviluppo della propria azienda;
  • La raccolta di Capitali attraverso Equity Crowdfunding comprende un’alta visibilità mediatica, sia attraverso i canali tradizionali che digitali. Di fatto, la raccolta capitali si converte in un’immensa opportunità di presentarsi a nuovi e potenziali clienti, fornitori e stakeholders in generale.
  • L’Equity Crowdfunding permette, in un singolo processo di raccolta, di comprendere nella propria compagine sociale sia investitori professionali (che essi siano Business Angels, Venture Capital, o persone esperte) ma anche clienti, fornitori, stakeholders e parenti/amici, oltre al crescente numero di investitori che fanno parte della cosiddetta Crowd.
  • Sostenere la cultura all'innovazione.

Per l'investitore:

  • entrare in contatto con le realtà più promettenti del tessuto imprenditoriale italiano;
  • scoprire nuove opportunità di investimento al di fuori dei tradizionali strumenti finanziari e diversificare il proprio portafoglio includendo società innovative;
  • sia le persone fisiche che le persone giuridiche possono detrarre in sede di dichiarazione dei redditi annuale un importo pari al 30% di quanto investito nel capitale sociale di una o più società (startup/PMI) innovative.
  • Come per le società, anche per l'investitore:  sostenere la cultura all'innovazione.

Cosa stai aspettando? Investi nel futuro con l'equity crowdfunding 

Hai trovato la risposta?